img
Burundi - Progetti  12 Gen 2013

KIRYAMA- BURUNDI. Prende sempre più forma in Burundi Il progetto “Assistenza tecnica agricola in Burundi”, finanziato con i fondi dell’8 x 1000 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ad EnAIP Piemonte. Tale progetto di grande importanza sia a livello territoriale che nazionale, sta coinvolgendo le associazioni di contadini delle colline della zona di Kiryama, per sensibilizzare al problema della malnutrizione in questo Stato. Problema che potrebbe essere superato con l’applicazione di nuove tecniche di agricoltura ed in particolare con la semina del girasole per la produzione dell’olio.

Da qui nasce l’idea della la fattoria di Kiryama centro didattico per la popolazione locale e sperimentale per la produzione di nuovi prodotti alimentari.

Uno dei primi incontri con le associazioni contadine ha avuto luogo il 9 gennaio 2013, durante il quale si è parlato dell’importanza della rotazione delle colture su uno stesso terreno, dell’introduzione di nuove specie orticole, in modo da variare la gamma di alimenti consumati dalle famiglie contadine, dell’introduzione della coltura del girasole presso i singoli contadini.

Inoltre, data la grave carenza di concime naturale, l’ETS di Kiryama ha dato la sua disponibilità a fornire alle associazioni contadine del bestiame, in modo da poterlo produrre, e poter aver concime per i campi.

L’intervento con le associazioni contadine è stato organizzato dall’agronomo e direttore della fattoria, Egide, che ha spiegato nel dettaglio tutte le nozioni tecniche agricole per gli agricoltori.

Egide ha inviato i contadini a venir a lavorare alla fattoria e soprattutto ad apprendere le nuove tecniche di orticoltura. Insieme all’insegnamento pratico in campo sulle nuove specie, si organizzeranno corsi di formazione sulla consumazione dei nuovi prodotti della terra, in modo che possano essere apprezzati dalle famiglie rurali.
img
Burundi - Progetti  22 Set 2011
 La Diocesi di Bururi, la più meridionale del Burundi, dispone, tra gli altri beni, della Fattoria di Kiryama, che si trova a circa 25 km ad est di Bururi e si estende per una superficie totale di circa 58 ettari, dei quali soltanto tra i 5 e i 10 Ha sono attualmente coltivati, mentre 10 Ha sono destinati alla costruzione di un ospedale, finanziato da un progetto della Caritas Italiana e del Comune di Cerreto Sannita (Bn), e la restante superficie è destinata a bosco, a pascolo arborato e ad incolto....
img
Burundi - Progetti  20 Set 2011
 Il Burundi si trova nel cuore del continente africano, sulla punta settentrionale del lago Tanganika. E’ un piccolo paese di 27.834 km2, che confina con la Tanzania, la Repubblica Democratica del Congo e il Rwanda....
img
Burundi - Progetti  01 Lug 2010
AMAHORO III è da intendersi come proseguimento di quanto è stato realizzato con i due precedenti AMAHORO (finanziati nel 2007 e nel 2008) e come i precedenti prende vita da motivazioni e fabbisogni espressi dalla Provincia di Bururi, nella persona della Governatrice M.me Béatrice Havuginoti, e dalla Diocesi di Bururi,...
img
Burundi - Progetti  08 Giu 2010
Il Centro San Bernardo tenta di dare risposte alla parte più fragile della popolazione, attraverso la rieducazione fisica delle persone disabili ,l’istruzione e la formazione professionale, l’assistenza l’integrazione sociale e la difesa dei loro interessi nel territorio....
img
Burundi - Progetti  08 Giu 2010
AMAHORO II ANNUALITA’ si pone in stretta continuità con il progetto AMAHORO, finanziato nel 2007. Con AMAHORO II ANNUALITA’ l’intervento, che è partito da Rumonge, si estende a Bururi, implementando nella prima e attivando nella seconda, un centro territoriale dalla duplice funzione, quella di struttura di formazione professionale e quella di luogo di aggregazione e animazione educativa....
img
Burundi - Progetti  08 Giu 2010
Il progetto AMAHORO ha come obiettivo complessivo l’attivazione di un centro territoriale di formazione e aggregazione per adolescenti, giovani e donne della città di Rumonge, in Burundi, per integrare, attraverso programmi mirati di formazione professionale, gli interventi di alfabetizzazione già attivati su questo territorio e costruire un luogo che sia di riferimento, non solo in termini formativi e di costruzione di un percorso professionale, ma anche come luogo di relazioni e di incontro tra i giovani, che nel lungo periodo di conflitto hanno fatto i conti non soltanto con la mancanza di cibo ma anche con l’assenza di dialogo, amicizia, confronto. ...
 

img
Con il contributo della Regione Piemonte